LA NOSTRA STORIA


01234567890012345678900123456789001234567890

CONTE LUDOVICO MAZZOTTI BIANCINELLI


L’Asilo Infantile di Chiari fu fondato nel 1863 per iniziativa di una società di benefattori e cominciò a funzionare in locali forniti allo scopo da Don Faustino Leali.

In seguito molte benefiche persone concorsero ad aumentare notevolmente il patrimonio della Istituzione, mediante lasciti e donazioni. Va segnalata in modo particolare la benemerita Famiglia del fu Conte Ludovico Mazzotti Biancinelli, la quale, nell’intento di onorare le memoria del congiunto dotò l’Asilo con sede sita in Via Quartieri, delle attrezzature necessarie allo svolgimento delle attività didattiche e assistenziali.

Con delibera 25.04.1936 approvata dalla Superiore Autorità Tutoria, in data 16.06.1936 al n. 17211, l’Asilo assunse la denominazione di “Asilo Infantile Conte Ludovico Mazzotti Biancinelli”.

L’Istituto venne eretto in Ente Morale con Regio Decreto del 31.05.1868.



01234567890012345678900123456789001234567890

CAV. CARLO BERGOMI


Successivamente nel 1969 il Cav. Carlo Bergomi alla sua morte legò ai Salesiani di San Bernardino 10 piò circa di terreno agricolo per la costruzione di una scuola materna, da finanziare alienando la parte eccedente l’area utilizzata.

Nel 1975, edificata la scuola, i Salesiani ne fecero dono all’Asilo Mazzotti Biancinelli (Presidente Antonio Dall’Olio), a condizione che si accollasse la gestione in perpetuo della scuola materna, allora ancora diretta dalla Suore Canossiane; la scuola fu aperta come sezione staccata per i residenti a nord della ferrovia.

L’Asilo assunse allora la nuova denominazione “Scuola Materna Mazzotti Bergomi”.

A seguito del D.P.R. n. 616/1977 la Mazzotti Bergomi poté mantenere la propria personalità giuridica in quanto riconosciuta come IPAB (Istituto pubblico di assistenza e beneficienza) che svolge in modo precipuo attività inerente alla sfera educativo – religiosa.



01234567890012345678900123456789001234567890

ATTUALITÀ


Nel 2000 il Consiglio di Amministrazione (Presidente Giorgio Marini) alienò la storica sede di Via Quartieri e con il ricavato ampliò l’edificio innalzato dai Salesiani, facendone l’unica sede della scuola materna sita in Via Cologne.

Con il superamento delle IPAB previsto dal D.lgs. n. 207/2001 e applicato in Lombardia con la legge regionale n. 1/2003, la Mazzotti Bergomi scelse di trasformarsi in fondazione di diritto privato senza scopo di lucro che oltre a conservare i principi religiosi persegue obbiettivi inerenti allo sviluppo educativo e culturale in armonia con i principi della Costituzione Italiana; pertanto la scuola stessa non compie alcuna discriminazione ed è consapevole di avere una funzione di pubblico servizio.

E’ stata inoltre riconosciuta paritaria ai sensi della legge n. 62/2000 con decreto n. 8435 del 11.04.2001 e aderisce al progetto educativo FISM Brescia (Federazione Italiana Scuole Materne).